Hôtel Panache – Camera

Hôtel des Faubourgs

Decorando l’angolo tra Rue du Faubourg Montmartre and Rue Geoffroy Marie, il Panache incarna la vita parigina. Qui l’effervescenza regna giorno e notte ed è un incrocio di mode e destinazioni. Non lontano dai Grands Boulvards e dalla casa d’aste Drouot, vicino a innumerevoli teatri. Ubicato nel cuore della capitale francese. E dall’anima della folla parigina. Danzatrici vestite di piume animano le riviste Folies Bergeres da oltre un secolo e da qui è passata Josephine Baker, oltre alla celebre commedia musicale Cabaret messa in scena da Sam Mendes e ancora oggi, a due passi da qui, si esibiscono i grandi nomi di jazz, pop e comicità. Attrazione principale, la vecchia Opera Madrid ha cambiato pelle lasciando al Panache 36 finestre sulla vita e su Parigi.

Per saperne di più Nascondi

Hôtel Panache – Camera

Le Panache, Trip hotel

Il prisma è triangolare. Un edificio ad angolo a sette piani del tardo Novecento, nuovo indirizzo, dopo l’Hotel Paradise, di Adrien Gloaguen. Rivisitando gli stili dell’epoca, il Panache abbraccia l’Art Noveau, si adatta ai gusti odierni e aggiunge un tocco contemporaneo.

Per saperne di più Nascondi

A livello della strada, un grande bancone in legno di noce annerito, marmo e ottone collega il ristorante e l’hotel. Sulla sinistra, la vecchia pasticceria Zazou è stata trasformata in un ristorante di quartiere sotto la supervisione di David Lanher. A destra la reception dell’hotel e lampade rotonde in vetro rievocano il caloroso caffè viennese di Adolf Loos.

In pratica, un rifugio ideale. Senza tempo. Dove le panche arrugginite diventano carrozze di prima classe, dove gli sgabelli evocano i safari e le biblioteche di guide turistiche vi condurranno in tutta Parigi. Una cornice e uno stile estetico unici, firmati da Dorothee Meilichzon.

Hôtel Panache – Camera

Partnership

Coltivando lo spirito dei sobborghi, il Panache gode dei servizi degli artigiani del posto. La colazione e il menu dei dolci sono firmati da NOGLU, il primo ristorante senza glutine di Parigi (Passage des Panoramas) ideato da Frédérique Jules. E qui potrete trovare il cioccolato di A la mère de famille, la più antica cioccolateria di Parigi. La carta da lettere, le matite e le penne sono di gusto francese.

Per saperne di più Nascondi

Hotel Panache – Reception

Direttamente da Dorothée Meilichzon

Rifiutando le banali ripetizioni, con l’Hotel Panache Dorothée Meilichzon ha realizzato il suo quarto hotel a Parigi. Ispirata dal Flatiron Building di New York, un monumento in ambito di edifici ad angolo, la designer d’interni decora le pareti con motivi geometrici, si afferma con delle frecce, sparge cuori trafitti, gioca con le linee utilizzando tappeti decorati con mini triangoli e crea giochi con gli specchi posizionati su comò e comodini. Una modernità nuova con un lieve tocco retrò parigino.

Per saperne di più Nascondi